info@michelepilla.it

‘Goodbye Irpinia’ negli Stati Uniti: venerdì 1 novembre la presentazione al festival italiano IDEA Boston

Dopo Toronto e la splendida accoglienza alla Camera dei Deputati, altro super palcoscenico per il romanzo di Mike J. Pilla, thriller che mescola fiction e realtà

Goodbye Irpinia”, il primo Paper novel al mondo, sarà presentato negli Stati Uniti il prossimo venerdì 1 novembre nel corso di “IDEA BOSTON”, Festival del libro italiano nel Massachusetts. L’evento è ideato da Nicola Orichuia di “I am books”, unica libreria italo-americana negli Usa.

Mike J. Pilla condividerà il palco alle 15.20 ora locale con i giornalisti Umberto Mucci, direttore di “We the Italians”, e Stefano Salimbeni, corrispondente da Boston per testate nazionali italiane.

“Goodbye Irpinia”, libro edito da Bibliotheka Edizioni, era stato accolto alla grandissima nella prestigiosa cornice della Camera dei Deputati lo scorso 10 settembre, alla presenza dell’Onorevole Fucsia Nissoli Fitzgerald, Deputata italiana all’estero, Ripartizione Nord e Centro America, moderato da Gianni Lattanzio, Segretario Generale Istituto Cooperazione Paesi Esteri.

L’opera, disponibile in tutte le librerie e online, è una novità assoluta in ambito editoriale: si tratta di una inchiesta-fiction con inserti giornalistici, ambientata tra Montaguto – piccolo paese del Sud Italia dove insiste la frana più vasta d’Europa, protagonista del libro – New York, Toronto e Youngstown.

Mike J. Pilla, scrittore e giornalista, direttore di Patrimonio Italiano Tv, ha dedicato questo romanzo alla vastissima comunità irpina all’estero, di cui ha parlato nell’opera.

“Goodbye Irpinia” fu presentato in anteprima assoluta lo scorso 4 maggio in Canada, nel corso di “Librissimi – Festival del libro italiano” organizzato dal Comites di Toronto.

» IDEA BOSTON – Pagina di Mike J. Pilla

Cos’è IDEA Boston

IDEA Boston è un festival annuale di ispirazione italiana, che celebra la letteratura, la storia, l’arte e molti altri aspetti della cultura italiana e italo-americana. L’evento di due giorni è organizzato da I AM Books, una libreria indipendente nel quartiere North End di Boston, in collaborazione con diverse organizzazioni locali. È diretto dal co-fondatore di I AM Books, Nicola Orichuia. IDEA Boston 2019 si svolgerà presso l’edificio Dante Alighieri, situato in 41 Hampshire Street, Cambridge, Massachusetts, l’1 e 2 novembre 2019.

» IDEA BOSTON – Official website

GOODBYE IRPINIA – Sinossi

Un’antica maledizione. Un’oscura presenza. Un paese in ostaggio. Steve Caruso, giornalista italo-canadese, viene inviato dal suo giornale a Montaguto, paesino del Sud Italia dov’è scomparso un bambino di otto anni, ritrovato l’indomani. Pochi giorni dopo, spariscono due trentenni. Nel ‘95 si persero le tracce di un altro ragazzino, Luigi Altieri. Gli indizi portano alla “Cappella Maestri”, un monumento funerario dov’è custodito l’inquietante ritratto di un ingegnere morto a Toronto. Nel frattempo, una frana mastodontica continua la sua discesa verso valle, riportando a galla una lugubre storia. Insieme al giornalista Alberto Cataldi, Steve ingaggia una corsa contro il tempo per salvare i ragazzi, col supporto di una comunità di montagutesi di Toronto e New York. I due diventeranno testimoni di una verità terribile, tenuta nascosta per secoli sotto la nuda terra. Una terra che ingoia tutto ciò che trova sul suo cammino.

MIKE J. PILLA – Biografia

Mike J. Pilla è nato a Napoli nel dicembre 1982. Giornalista e conduttore radio/televisivo, appassionato di lettura e scrittura, dirige il giornale online Montaguto.com, che sin dall’inizio ha destato grande interesse da parte della comunità montagutese all’estero, soprattutto a Toronto. Nel 2018 fonda Patrimonio Italiano Tv, la webtv degli italiani all’estero, di cui è direttore responsabile insieme al collega Luigi Liberti. Viaggia tantissimo tra Europa e America ed entra in contatto con tantissime realtà molto eterogenee tra loro, tenute insieme da quel collante fantastico che è l’italianità. Il suo romanzo thriller “Goodbye Irpinia”, dedicato a tutti gli emigrati italiani costretti a star lontani dalla propria terra, è il primo paper-novel al mondo.